Mesoterapia

Cellulite e rassodamento

La mesoterapia è un trattamento che si effettua tramite micro iniezioni, con aghi molto sottili della lunghezza di 4-6 mm, che veicolano nel mesoderma (lo strato cutaneo immediatamente sotto l'epidermide) piccole dosi di farmaci o rimedi omeopatici. Le sostanze utilizzate variano secondo la patologia da trattare.

Trattamento della cellulite

La cellulite è un inestetismo della pelle che colpisce soprattutto le donne (più dell’80%). Questa prevalenza è riconducibile fondamentalmente all’azione degli ormoni femminili, che favoriscono una maggiore ritenzione di liquidi e un naturale deposito di grasso in particolari zone del corpo. In presenza di cellulite il tessuto cutaneo appare turgido e a volte dolorante, con un caratteristico aspetto bucherellato e rigonfiamenti più o meno evidenti.

La mesoterapia è una delle tecniche più utilizzate per il trattamento della cellulite edematosa, dove la ritenzione idrica e il ristagno linfatico provocano la cosiddetta “buccia d’arancia”; i rimedi utilizzati nel trattamento intervengono, infatti, sulla circolazione linfatica e il drenaggio connettivale, stimolando l'eliminazione dei liquidi in eccesso, la circolazione e l'azione lipolitica sul grasso accumulato.

Zone trattate: cosce, “coulotte de cheval”, ginocchia, fianchi, braccia.

Si consigliano 10 o 20 sedute a cadenza mono o bisettimanale.

 

Mesoterapia di rassodamento e rivitalizzante

Le microiniezioni prevedono l’utilizzo di sostanze (aminoacidi, vitamine, acido ialuronico) specifiche per il rassodamento, la rivitalizzazione, lo stimolo metabolico e circolatorio.L’intervento provoca la produzione dei fibroblasti, le cellule che principalmente sostengono la struttura del derma, responsabili della produzione di elastina e collagene.

La pelle sarà più tonica, elastica e compatta.

Zone trattate: interno braccia, interno cosce, glutei, addome, mani.

Si consigliano almeno 10 sedute a cadenza settimanale.

 

Carbossiterapia

Cellulite Adiposità Localizzate

La carbossiterapia è un trattamento che sfrutta le proprietà dell’anidride carbonica a scopo terapeutico. Nell’ambito della medicina estetica questa tecnica è molto diffusa per il trattamento della cellulite e le adiposità localizzate. È inoltre utilizzata per la rivitalizzazione e il rassodamento del viso, delle mani e del corpo.

L’anidride carbonica, somministrata mediante aghi sottilissimi collegati a un’apparecchiatura che permette un’erogazione personalizzata, agisce rompendo le membrane delle cellule adipose e riducendo gli accumuli di grasso.

Il trattamento ha inoltre un effetto benefico sulla microcircolazione, e sulla pelle, dove l’aumento di ossigeno nei tessuti migliora l’elasticità cutanea e induce il ringiovanimento del derma.

Zone trattate: cosce, glutei, addome con effetto lipolitico e rassodante. Viso, mani, interno cosce e braccia con effetto rassodante e rivitalizzante.

Si consigliano 5-10 sedute a cadenza settimanale.

 

Lecilisi

Adiposità localizzate / Cellulite da accumuli localizzati

La lecilisi è una tecnica che sfrutta le proprietà lipolitiche della fosfatidilcolina, un costituente
delle membrane cellulari del nostro organismo, per smaltire gli accumuli di grasso localizzati, e
la cellulite
nella sua parte adiposa.
La fosfatidilcolina, somministrata attraverso micro-iniezioni sottocutanee, con sottili aghi da 13
mm, induce la fuoriuscita dei grassi dalle cellule adipose mediante la solubilizzazione delle
membrane cellulari.
Non è una metodica “dimagrante” generalizzata, si effettua pertanto su zone delimitate e in caso di modico sovrappeso.

Zone trattate: adiposità localizzate su addome, fianchi, radice delle cosce, ginocchia e braccia.
Si consiglia una seduta ogni 3-6 settimane, fino a 5 volte consecutive. Le sedute di mantenimento
si stabiliscono in base alle necessità.
 

Elettrolipolisi

Adiposità localizzate / Cellulite

L’elettrolipolisi è un trattamento particolarmente efficace nel ridurre le zone di tessuto adiposo
in eccesso, anche in presenza di conclamato sovrappeso, e nel contrastare la cellulite.
Si esegue mediante l’inserimento nel pannicolo adiposo di aghi monouso molto sottili, come quelli
utilizzati nell’agopuntura, che trasmettono onde elettriche a bassa intensità e frequenza, innocue
per la salute e prive di effetti collaterali.
Il campo elettrico che si forma nella zona delimitata dagli aghi consente la migrazione di ioni
(Sodio, Cloro e Potassio) che stimolano le cellule a eliminare i fluidi in eccesso tramite le normali
vie escretrici; il primo riscontro alla terapia è, infatti, un aumento della diuresi.
L’elettrostimolazione agisce inoltre sull’attività degli enzimi atti a eliminare il grasso in eccesso.
In caso di sovrappeso la terapia agisce in sinergia con il regime nutrizionale ipocalorico.

Zone trattate: arti inferiori e superiori, addome, glutei, ginocchia.
Si consigliano 10 trattamenti a cadenza settimanale.
 

 News